You are here

C3.2.2. Tè freddo

Tè freddoIl tè freddo è una bevanda piacevole, dissetante e naturale. Per prepararla occorre innanzitutto un prodotto di qualità, gustoso e aromatico; a questo proposito si consiglia di provare diverse miscele (una delle più utilizzate è il tè nero di Ceylon) fino a ottenere il gusto che convince. Scelta la miscela, si prepara un tè con acqua calda; si dolcifica, si lascia raffreddare, poi si aggiunge succo di limone filtrato. Prima di servirlo può essere opportuno assaggiare la bevanda per eventuali aggiustamenti di zucchero (in sciroppo) o succo di limone.
L’infusione non deve durare più di 3-5 minuti, altrimenti si estraggono sostanze che conferiscono un gusto amaro e astringente, e con il freddo questo fenomeno si accentua. Per ottenere una buona bevanda occorre anche usare una giusta quantità di prodotto in rapporto alla quantità di acqua.
Per raffreddare rapidamente la bevanda, si può preparare un tè concentrato, e in seguito diluirlo con acqua fredda.
Il succo di limone non deve essere aggiunto alla bevanda ancora bollente, perché il limone si cuoce e perde in gusto e freschezza. L’aggiunta di qualche scorza di limone (senza il bianco della buccia) al tè già freddo e per un breve periodo, conferisce un buon profumo e un gusto più aromatico.
Il tè, per conservare al meglio i suoi aromi, deve essere preparato ogni giorno. È preferibile non servirlo troppo freddo, altrimenti si riduce la percezione di gusto e profumi, e se ne accentua l’astringenza.
Un tè freddo perfetto deve risultare aromatico, profumato, con un leggero gusto di limone e non troppo dolce. Per zuccherarlo è preferibile utilizzare lo sciroppo di zucchero; considerato che il gusto dolce si percepisce di più quando una bevanda è calda e meno
se è fredda, per regolare il giusto grado di dolcezza si preparare una bevanda giustamente dolce, che una volta fredda si percepirà di meno.
Il tè freddo va servito in un tumbler alto nella quantità di circa 20-25 cl, con una fetta di limone e due cubetti di ghiaccio.
Oltre che con il normale tè nero, si ottengono buoni tè freddi con l’utilizzo di tè verdi, oolong e aromatizzati (al limone, alla pesca, alla mela, alla frutta, ai lamponi, ecc.); si prepara come spiegato in precedenza, escludendo il limone, con infusioni variabili in base alla tipologia di tè. Oltre al tè, si possono preparare anche dissetanti e piacevoli infusi alla frutta e alle erbe.

Nella foto: Tè freddo nero (a sinistra), tè freddo verde aromatizzato (a destra).

Contro l'intorbidamento

Il tè freddo naturale, raffreddandosi, dopo un intervallo di tempo variabile in base alla qualità e alla tecnica di preparazione, da mezza giornata a qualche giorno, tende a intorbidirsi. Ciò è dovuto al calcio contenuto nell’acqua che, legandosi con i polifenoli presenti nel tè (sostanze che, tra l’altro, lo colorano), provoca un precipitato che rende il liquido torbido.

Per evitare o ridurre l’intorbidamento, le soluzioni sono:

  1. usare acqua oligominerale (la più povera in contenuto di calcio);
  2. utilizzare un prodotto fresco, non vecchio;
  3. avere un tè preparato in giornata (anche il gusto sarà migliore);
  4. non portarlo a temperature troppo basse.

In caso d’intorbidamento, una corretta informazione aiuta a dissipare nel cliente ogni dubbio, anche perché si tratta di processi chimici naturali.

Attenzione!Perché farlo se esiste pronto in commercio?

Il tè freddo di produzione industriale è un prodotto molto venduto, in varie tipologie: liofilizzato (polvere da diluire con acqua), concentrato (tipo sciroppo da diluire), pronto all’uso in bottiglia o in cartone. Ha
diversi pregi: si prepara in poco tempo o è pronto all’uso, non necessita di particolari abilità, è sempre uguale. Però vi invitiamo ad assaggiarlo con attenzione: il gusto del tè è appena percettibile, l’acidità è data da acido citrico e la percezione maggiore è di acqua zuccherata. In un prodotto artigianale il tè si percepisce in modo netto, con il suo gusto e aromi, con il piacevole gusto di limone fresco e una dose corretta di zucchero: nessun paragone. Inoltre il prodotto preparato dal barman costa molto meno ed è un prodotto personalizzato: quello industriale lo possono avere tutti i locali e ha lo stesso sapore, quello che prepara il barman è unico e difficile da imitare.